Consigli e supporto sui temi della salute
 

RETROSCENA DECRETO LORENZIN (decreto Glaxo...).

ConsulenzeAlternative 10 Giu 2017 14:19
Cherchez la femme!

Nei “gialli”, negli intrighi che si rispettino, l’investigatore cerca subito
qualche piccolo elemento, un filo sottile che lo conduca al colpevole.
Il più delle volte è una donna, appunto la “femme” da cercare. Sapeva
infatti
che se l’avesse individuata e ne avesse seguito i passi furtivi, sarebbe
arrivato dritto dritto al colpevole. Al responsabile del delitto, al mafioso
latitante.

Ora che il delitto è stato commesso, cioè il decreto sui vaccini appena
pubblicato, come si fa ad arrivare ai mandanti?
Dov’è questa “femme” rivelatrice e complice?

La Lorenzin, pur essendo donna, sicuramente non ha quel ruolo: è bensì la
“donna
immagine”, è la donna che appare, quella che parla con la voce del ventriloquo
dietro le quinte. Nle 2014, alla firma dell’accordo italiano a Washington,
accanto a lei c’era il dott. Pecorelli, ex presidente dell’AIFA, il quale fu
senz’altro uno dei promotori dell’accordo.

Ma è stato presto “bruciato” perché qualcuno si è accorto di suoi taciuti
conflitti di interesse (legami con le aziende farmaceutiche che producono
vaccini, ma anche ruoli di vertice inopportuni in società di *****e capital sul
mercato della farmaceutica). Ma il “sistema” ha reagito e, una volta scoperti
le
realazioni poco consone per quel ruolo, l’ha eliminato e così facendo si è
ripulito il “bel vestito”. In questo modo, il patto internazionale che ha
generato poi il decreto si è salvato, la mela marcia non ha fatto in tempo ad
infettare l’immacolata Beatrice.

A questo punto, i complottisti avanti-vax, che vogliono sempre incolpare le case
farmaceutiche di tutti i mali del mondo, sono rimasti brontolando con un palmo
di naso. Le ragioni della Scienza Vaccinale furono quasi salvate. Permanevano
pesanti sospetti, ma nessuna certezza. In realtà, la vera “femme” c’era e
non si
nascondeva affatto, era presente nelle fotografie di rito, anche se appariva
come un personaggio di contorno. Come mai non è stata individuata subito?

Semplice: perchè era travestita ... da uomo! Era nientemeno che Ranieri Guerra,
addetto scientifico presso l’Ambasciata d’Italia in USA.

Washington 29/09/2014 - Fonte:
https://www.unibs.it/sites/default/files/allegati_notizie/foto_0.jpg

Medico pluri-specializzato, dotato di un curriculum eccezionale, con incarichi
prestigiosi nazionali ed internazionali a non finire, all’epoca era anche
consigliere di amministrazione della Fondazione Glaxo-Smith-Kline: ci son
buonissime ragioni per credere che la “femme” fosse proprio lui. È il
perfetto
anello di congiunzione tra le Istituzioni, la Glaxo, il ruolo dell’Italia quale
“Capofila delle politiche vaccinali mondiali”, il Decreto Legge Lorenzin.

Ranieri era presente alla firma di quel famigerato accordo il 29 settembre 2014,
ed era presente il 7 giugno 2017 alla conferenza stampa della Lorenzin che
illustrava ìlare e soddisfatta il folle decreto. Nell’occasione, tra i sorrisi
di approvazione, ella ha presentato il dott. Guerra con le seguenti parole
“colui che è responsabile di tutto ciò”:
https://www.youtube.com/watch?v=RPipmfO2Rpg&t=171
http://www.igienistionline.it/docs/2014/32cvguerra.pdf

Certo, sappiamo benissimo che si tratta di una fortuita coincidenza, come quei
rari effetti avversi alle vaccinazioni. Ma sicuramente qualche malalingua
obietterà che la sua posizione, compromessa più di quella di Pecorelli, è
stata
accettata volentieri e nessuno ha fatto una piega.
La Glaxo è una Casa Farmaceutica che naturalmente persegue i suoi interessi.
Quello che infastidisce un po’ è che per farli usa metodi non proprio
ortodossi.
Ma su questo non mi dilungo avendone già parlato a dovere Gianni Lannes nel suo
blog e che Wikipedia riporta con dovizia.

Ricapitolando: che sia vero anche oggi quel che aveva confessato a suo tempo
Poggiolini ai magistrati? e cioè che gli uomini chiave nella Sanità pubblica,
compreso il Ministro, siano sempre espressione dei desiderata delle Case
Farmaceutiche? Se fosse così, allora forse l’urgenza del decreto non va
ricercata nell’incombenza di gravi epidemie, ma proprio tra questi uomini e
donne.

NB Il presente post è stato scritto, in collaborazione, da Fabio Franchi,
Virginio Spicacci Minervini ed Antonio De Sandoli, a cui va il merito di aver
trovato la prova che Guerra ha lavorato (lavora tuttora?) per la Glaxo.
------------------------------
Lo scandalo planetario dela Glaxo:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/04/26/case-farmaceutiche-ecorruzione-lo-scandalo-planetario-della-glaxo-smith-kline/964564/
Accordo storico di compensazione delle frodi Glaxo:
https://www.c-span.org/video/?306889-1/glaxosmithkline-fraud-settlement

“Accordo di definizione della frode della Glaxo-Smith-Kline. Il Dipartimento di
Giustizia ha annunciato un accordo storico sulla frode sanitaria con la
GlaxoSmithKline. Il pagamento di 3 miliardi di dollari è stato il più grande
del suo genere ed è risultato da numerose indagini penali e civili che
coinvolgono le medicine Paxil, Wellbutrin e Avandia.”

La storia della Casa Farmaceutica:
https://it.wikipedia.org/wiki/GlaxoSmithKline

Vaccini e farmaci, Glaxo scommette 1 mld sull'Italia

http://www.sanita24.ilsole24ore.com/art/imprese-e-mercato/2016-04-13/vaccinie-farmaci-glaxo-scommette-1-mld-italia-094838.php?uuid=ACzsSh6C
Non voglio entrare nel merito dell'articolo, ma qui si parla di un investimento
pari a 1 Miliardo di euro in Italia per i successivi 4 anni, che guarda caso
vanno a prendere proprio dentro, oltre al 2016, gli anni relativi al nuovo Piano
Nazionale Vaccini 2017/2019 tanto promosso dal Ministero della Salute.
Un investimento certamente interessante, se pensiamo che in tutto il mondo il
mercato dei vaccini muove un business di 35 Miliardi di Dollari. […] (ndr
l’OMS
e Big Pharma mirano in realtà ad arrivare a 100 miliardi nel 2025. Si veda a
pag
6 del documento:
http://who.int/influenza_vaccines_plan/resources/session_10_kaddar.pdf).
Approfondimento dell’8 giugno 2017 sulla nomina di Ranieri Guerra alla
posizione
che ancora oggi ricopre presso il Ministero:
“il Ministro della salute ha formulato, in data 8 agosto 2014 e confermato in
data 29 agosto 2014, la motivata proposta di conferimento al dottor Raniero
Guerra, Dirigente tecnologo dell'Istituto Superiore di Sanità e addetto
scientifico all'Ambasciata italiana in Washington, dell'incarico di direzione
della Direzione Generale della prevenzione sanitaria”
http://www.quotidianosanita.it/governo-eparlamento/articolo.php?articolo_id=31055

--
ConsulenzeAlternative® , By Marco Antolini
Opinionista e critico della Medicina Ufficiale
Naturopata & Consulente per lo sviluppo delle M.N.C.
Gestore del gruppo : it-alt.salute.tumori
www.mednat.org - www.zapcandida.com

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Consigli e supporto sui temi della salute | Tutti i gruppi | it.salute | Notizie e discussioni salute | Salute Mobile | Servizio di consultazione news.